Le verdure congelate hanno la stessa nutrizione come fresche?

I profili nutrizionali delle verdure surgelate e fresche sono sostanzialmente le stesse, ma il processo di congelamento può causare lievi cambiamenti nel loro contenuto di vitamine. Il modo in cui preparate le verdure a casa può anche influenzare le sostanze nutritive presenti in questi alimenti. Quando le vostre verdure preferite sono fuori stagione o non riesci a trovare nuovi equivalenti freschi, le verdure surgelate sono un modo sano per soddisfare le vostre esigenze per questi cibi nutrienti.

Le verdure hanno maggiori probabilità di mantenere il loro valore nutrizionale se vengono congelati immediatamente dopo essere stati raccolti. Dopo la raccolta, le verdure perdono gradualmente l’umidità ei loro amidi e zuccheri cominciano a degradarsi. Le verdure destinate al congelamento vengono raccolte al loro picco di maturazione, che consente loro di mantenere le loro sostanze nutritive durante il processo di congelamento. Prima del congelamento, le verdure vengono lavate, sbucciate se necessario e blanched. Blanching rimuove la sporcizia, distrugge gli enzimi che abbattere le sostanze nutritive e conserva la freschezza esponendo brevi brevi piante per scottare acqua o vapore prima di congelare. Le verdure che vengono congelate subito dopo la raccolta potrebbero in realtà contenere più del loro contenuto nutrizionale originale rispetto alle verdure che sopportano il trasporto transfrontaliero e un lungo periodo di stoccaggio prima di raggiungere il tuo tavolo.

Secondo il Consiglio Americano sull’Esercizio o sull’AcE, il processo di congelamento non modifica significativamente il contenuto minerale, fibroso o carboidrato delle verdure, ma le vitamine solubili in acqua possono degradarsi durante il blanching. La lunghezza del tempo che si cucina verdura congelata a casa può anche detrarre il loro contenuto di vitamina. La vitamina C, un antiossidante idrosolubile che sostiene la vostra funzione immunitaria naturale e promuove una crescita sana del tessuto, può rompersi durante il blanching o la bollitura. La tiamina e il folato – le vitamine del complesso B che contribuiscono alla buona salute del cuore e del nervo, la produzione di sangue e il metabolismo – possono anche deteriorarsi quando esposti al calore. Phytochemicals, o composti a base di piante in verdure che offrono vantaggi protettivi contro la malattia cronica, possono deteriorarsi durante il congelamento. Alcune verdure conservano più di alcuni composti quando vengono congelati. I piselli congelati offrono più beta-carotene – un pigmento che si trasforma in vitamina A durante la digestione – di piselli freschi, secondo ACE.

Quando state comprando verdure surgelate, controllate le loro etichette dei fatti nutrizionali per aggiungere sodio o conservanti. Mentre le verdure surgelate contengono generalmente meno sodio rispetto alle loro controparti in scatola, alcune marche possono includere sodio per aromatizzare o condire. Le verdure surgelate con aggiunte di salse di formaggio o di burro possono essere elevate in sodio, grassi e calorie. Per mantenere la pressione sanguigna in una gamma sana e proteggere la salute cardiovascolare, mangiare verdure surgelate senza aggiungere sodio o salse.

La cottura di verdure fresche o congelate ad alto calore in un grande volume di acqua può ridurre il loro contenuto nutrizionale. Riscaldare le verdure congelate in una piccola quantità d’acqua usando un vapore o un forno a microonde per conservare le loro vitamine idrosolubili. Quando si acquista per verdure fresche, è possibile trovare i più nutrienti prodotti coltivati ​​a livello locale in un mercato dell’agricoltore o in un negozio di generi alimentari. Il meno tempo che passa tra la raccolta e la consumazione di verdure, più le loro sostanze nutritive originali sono in grado di consumare.

Processo di congelamento

Alterazioni nei nutrienti

Ingredienti aggiunti

raccomandazioni