Caffeina e palpitazioni cardiache

I National Institutes of Health definiscono le palpitazioni cardiache come sensazioni di battiti cardiaci veloci o corse. Anche se questa sensazione è sconcertante, di solito non è una causa di allarme. Il tuo cuore sta ancora pompando il sangue e sta vivendo una irregolarità momentanea nei suoi battiti. La maggior parte delle palpitazioni cardiache sono un risultato di trigger esterni, e la caffeina è un trigger comune, secondo il NIH.

Caffeina

Caffeina causa palpitazioni cardiache in parte perché stimola il tuo sistema nervoso centrale, dice l’American Heart Association. Anche se il tuo cuore ha un ritmo spontaneo, impulsi nervosi possono alterare quel ritmo. Puoi semplicemente essere più sensibile alla caffeina, che aumenta la reazione del tuo corpo e provoca palpitazioni momentanee del cuore.

Caratteristiche

Un numero di 2005 di “The American Journal of Clinical Nutrition” dice che la maggior parte delle persone può tollerare una moderata quantità di caffeina senza effetti collaterali scomodi. Circa 200-300 milligrammi di caffeina, pari a due o quattro tazze di caffè regolari, è considerato moderato. Più di questa quantità può stimolare una reazione, comprese le palpitazioni cardiache.

Sintomi

Le palpitazioni cardiache possono manifestarsi in più modi rispetto ad una frequenza cardiaca veloce o corsa. Potresti sperimentare quello che sembra un battito cardiaco saltato, secondo il NIH. Potresti anche provare un ritmo più forte o pungente del tuo cuore. Può anche sentire come un semplice svolazzarsi nel petto.

Trattamento

Limitare il consumo di caffeina se innesca palpitazioni cardiache, afferma il National Institutes of Health. Puoi essere talmente sensibile alla caffeina che devi evitare caffè, tè, soda, bevande energetiche e cioccolato, ma i limiti variano.

considerazioni

Anche se le palpitazioni cardiache raramente sono gravi, possono essere un segno di una condizione sottostante, come l’arrhythmia o l’insufficienza cardiaca. Se le palpitazioni cardiache sono accompagnate da vertigini, mancanza di respiro, dolore toracico o svenimento, o per qualsiasi altra preoccupazione, consultare un medico.