3 mesi di gravidanza

Il primo trimestre della gravidanza è un tempo occupato per il corpo di una donna. I cambiamenti ormonali si verificano rapidamente, creando un cambiamento nel modo in cui si guarda e si sente. Alcuni sintomi a 3 mesi di gravidanza saranno emozionanti da sperimentare e altri non tanto. Ognuno è in ultima analisi temporaneo.

All’esterno

A tre mesi di gravidanza, una donna vede diversi cambiamenti nel suo corpo. In preparazione all’allattamento al seno, i seni diventano teneri e ingranditi, e le vene vicino alla superficie sono più pronunciate. Le areole che circondano ogni capezzolo scuriscono e sono punteggiate da colpi di colore chiaro a causa di ghiandole sudore allargata. L’utero cresce, dando al tuo addome un aspetto più spessa – un emozionante sviluppo che rende spesso la tua gravidanza una realtà visibile di tre mesi.

All’interno

Si verificherà probabilmente una maggiore pressione della vescica causata dalla crescita dell’utero dopo aver raggiunto 3 mesi di gravidanza. Inoltre, l’affaticamento così come le oscillazioni di umore può rendere più inclini all’irritabilità. L’American College of Obstetricians e Ginecologists stima che il 75 per cento delle donne soffrirà anche di costipazione, gonfiore o altri problemi intestinali durante i primi tre mesi di gravidanza. Questo è anche il momento in cui può verificarsi nausea e vomito – segni telltali della malattia di mattina indotta da cambiamenti ormonali.

Gestione dei sintomi

Alcuni sintomi sperimentati durante i primi tre mesi di gravidanza, come la crescita uterina, continueranno per tutta la durata. Altri sintomi, come la malattia di mattina e la fatica, spesso diminuiscono in seguito in gravidanza. Fare cambiamenti dietetici e mirare ad ottenere più riposo sono modi efficaci per affrontare questi disagi temporanei. Se l’affaticamento, la nausea, la stitichezza o qualsiasi altro sintomo del primo trimestre diventano inadattibili o rimanenti oltre i primi tre mesi, consulti l’ostetrico per un sollievo che sia sicuro per te e per il tuo bambino. Il sanguinamento non è mai normale durante la gravidanza e deve essere segnalato immediatamente al medico.